Stagione 17-18

Promozione O.Rossanese,le congratulazioni dell'Asd Corigliano Calabro Calcio

Lo staff tecnico - societario dell’Asd Corigliano Calabro Calcio si congratula con l’Olympic Rossanese 1909 per il successo ottenuto nella finale del play-off assoluto di Promozione giocatosi al “Sant’Antonio” di Isola Capo Rizzuto contro la Bovalinese, con relativa ammissione in Eccellenza. Dopo l’appassionante duello nel girone A di Promozione 2017 - 2018, durato un'intera stagione, e con l’avvenuta scalata di entrambe le compagini joniche nella massima categoria dilettantistica regionale, l’auspicio è di un sano confronto anche per il prossimo e più importate campionato d’Eccellenza. Al club e ai sostenitori rossoblù le più sentite felicitazioni, l'augurio di buon lavoro per le nuove mete e di nuovi raffronti sportivi in divisioni calcistiche più consone all’intero territorio.   

Leggi tutto...

Stadio,incontro proficuo in comune.Tutelato il manto erboso.Nucaro: “Avanzata richiesta d’affidamento"

Colloquio positivo presso la sede del municipio “Garopoli”, questa mattina, tra i dirigenti dell’Asd Corigliano Calabro, il segretario comunale e il commissario prefettizio Bagnato del comune unico. Dopo l’intimazione dal fronte istituzionale alla società coriglianese, della consegna delle chiavi dello stadio di contrada “Brillia”, avvenuta ieri, per consentire all’O. Rossanese di allenarsi, tutte le polemiche nate a corredo, e soprattutto l’elencazione dei reali motivi, per non poter usufruire del manto erboso della stessa struttura, arriva il cambio di decisione. Disposizione provvidenziale e saggia tra le parti in causa, nata per salvaguardare il rettangolo di gioco in erba naturale del “Città di Corigliano” che necessita sia di una scrupolosa manutenzione, così come irrigazione, taglio erba nonché l’attuale trattamento antibatterico effettuato, che di riposo cautelativo del terreno al fine di preservare la salute stessa delle zolle. Da ricordare, infatti, che il nuovo tappetto verde dello stadio coriglianese è di recente collocazione e che per tale motivo la stessa squadra biancoazzurra ne ha usufruito solo per le gare ufficiali negli ultimi tre mesi, allenandosi quotidianamente presso la struttura di Schiavonea. Soddisfazione in casa Corigliano per l’incontro chiarificatore e per aver dissolto tutte le incomprensioni nate nelle ultime ore. La società, nella persona di patron Nucaro, coglie l’occasione anche per chiarire: «Siamo contenti per la risoluzione di una situazione incresciosa ma necessaria per preservare principalmente il rettangolo verde di gioco su cui abbiamo investito con tanta attenzione e oculatezza. Ribadiamo il nostro riguardo per la città unica e gli amministratori e altresì per la società O. Rossanese. Il nostro agire non era rivolto nello specifico alla società rossanese ma ad un precedente che poteva essere avanzato da qualunque club e che soprattutto avrebbe compromesso in primis lo stato di salute del campo. Chiarito ciò- si legge nella nota- dopo aver vinto il torneo di Promozione, tra record e primati, prima di programmare la prossima stagione dobbiamo essere certi di poter contare tecnicamente sulla struttura. Per questo abbiamo inoltrato una richiesta ufficiale all’ente comunale per l’affidamento dello stadio e di altri complessi. Attendiamo un attenta visione e valutazione della domanda inoltrata per avere presto una risposta positiva al fine di avviare i lavori di pianificazione per il prossimo campionato. Considerata l’ambizione e la portata del nostro progetto calcistico, ci auguriamo una massima collaborazione e la definizione dell’intero prospetto». Presenti, già di buon mattino, anche una nutrita rappresentanza dei tifosi “Skizzati- Group” che hanno esposto uno striscione che recitava “Giù le mani dallo stadio”. Tifoseria che aveva manifestato tutte le sue proteste anche in un comunicato, ma che rassicurata dalle buone notizie, dopo qualche ore, ha sciolto il sit-in. 

Leggi tutto...

Stadio concesso ad altre società:il Corigliano chiede rispetto.Nucaro pronto a lasciare le redini del club.

Domani mattina il presidente dell'Asd Corigliano Calabro, Mauro Nucaro, si recherà al Comune per consegnare le chiavi del campo sportivo cittadino "Città di Corigliano" nelle mani del commissario prefettizio. Contestualmente, verranno consegnate all’ente anche le maglie della squadra, gesto che in parole povere significa che il presidente Nucaro e la dirigenza biancoazzurra hanno deciso di non proseguire più nel percorso intrapreso con l’Asd Corigliano Calabro ma di portare altrove le proprie idee e il proprio progetto. Resterà quindi all’ente comunale l’incombenza di gestire un club appena promosso in Eccellenza. Un gesto forte, quello del presidente Mauro Nucaro e di tutto il gruppo dirigenziale, per dare un chiaro segnale sul fatto che serve maggiore rispetto per il lavoro fatto dalla società biancoazzurra durante l’ultimo anno e per i tanti sacrifici personali ed economici affrontati. Visto che nei giorni scorsi non si è trovato un dialogo ed è stato imposto al Corigliano di consegnare le chiavi della struttura di contrada Brillìa – richiesta disattesa, tanto che domattina, a quanto pare, verrà “forzatamente” consentito l’ingresso allo stadio ad altre società – si interrompe sul nascere il bel percorso dell’Asd Corigliano Calabro, che quest’anno aveva riportato entusiasmo nell’ambiente calcistico cittadino.

Nei giorni scorsi, infatti, il Comune ha ricevuto la richiesta da parte dell’Olympic Rossanese di poter utilizzare il campo suddetto per due settimane di allenamento, circostanza sulla quale però il club biancoazzurro non è stato nemmeno interpellato. Ovviamente, dopo aver speso di propria iniziativa oltre 100mila euro per “raddrizzare” ciò che nel progetto comunale di ristrutturazione del campo non andava bene o non era stato fatto, al club biancoazzurro non va adesso a genio che sull’erbetta del “Città di Corigliano” si svolgano altre attività senza tenere presente il recente passato dell’impianto stesso. Difatti, come ci tengono a spiegare i vertici del club coriglianese, pur essendo a favore della città unica e quindi della cooperazione, non va dimenticato che lo stesso Asd Corigliano calabro quest’anno ha più volte dovuto migrare altrove per le gare casalinghe e che, da quando la struttura è tornata agibile, ha rigorosamente evitato di far allenare la squadra sull’erbetta del “Città di Corigliano” – giocandoci solo i match interni - proprio per preservarne l’integrità. Ci si chiede, a questo punto, perché l’Olympic non possa allenarsi sul sintetico di Schiavonea così come ha fatto per un anno il Corigliano, anziché rischiare di compromettere tutto il lavoro che è stato fatto in contrada Brillìa, vanificando non solo gli sforzi comunali ma anche quelli privatamente compiuti dalla società Corigliano. Tra l’altro, proprio di recente sul campo in questione è stato fatto un trattamento antibatterico, che rischia di essere inutile qualora si torni ad utilizzare la struttura prima del tempo debito. La dirigenza dell’Asd Corigliano Calabro, dopo aver messo mano a tribuna, erbetta, spogliatoi, porte e panchine, ecc., ovviamente oggigiorno avrebbe tenuto a preservare quanto realizzato ma, vista l’impossibilità di agire secondo i criteri di buon senso e di dialogare con l’ente, ha deciso, come detto, di farsi da parte e chiudere l’esperienza intrapresa la scorsa estate.

Leggi tutto...

Corigliano terzo in Supercoppa.Nell'ultimo evento stagionale tra le “primatiste” si impone il Locri.Secondo il Bocale

Nonostante le buone intenzione della vigilia, un Corigliano sottotono non riesce ad imporsi nell’ultimissima tappa stagionale. Nella Supercoppa regionale 2017-2018, giocata al comunale di Locri con la formula del concentramento, la squadra di mister Andreoli incappa in un sabato non benevole solo in parte condizionato dal vento e dal terreno di gioco in terra battuta. Eppure il team coriglianese è sceso in campo con i migliori propositi vanificati sin dalla prima gara e poi dagli undici metri dal Bocale. Titolo andato al Locri che chiude con un triplete ,davanti al proprio caloroso pubblico, una stagione da incorniciare. Vittoria nel torneo d'Eccellenza, preceduto dalla coppa Italia calabrese e supercoppa permettono ai locresi del tecnico Scorrano di festeggiare un annata tutta da ricordare. Secondi nella mini graduatoria,  il Bocale Admo, vincitrice del girone B di Promozione, e terza piazza proprio al Corigliano che si è aggiudicato il raggruppamento A sempre di Promozione. Biancoazzurri, in campo in maglia verde flou-azzurro, poco fluidi e più leggeri nel primo match, contro il Bocale. Nonostante tutto, coriglianesi in vantaggio grazie ad un calcio di rigore, procurato da Covelli e trasformato da Foderaro al 12’. I ragazzi del trainer La Face,però, non demordono e sfiorano il pari con Secondi. Brancato, poco dopo, riesce su colpo di testa ad andare in rete con la sfera che carambola prima sulla traversa e il portiere Caruso e poi oltrepassa la linea di porta. Al termine dei 45  minuti si va ai rigori dove dagli undici metri per i biancoazzurri sono fatali i tiri di Foderaro, Varriale e Leta. Per il Bocale in rete Laurendi, Secondi e Guerrisi mentre sbaglia Barbuio. In rete per i coriglianesi dal dischetto Covelli per il primo finale di 4 a 2 a favore dei reggini. Corigliano sconfitto e costretto ad andare in campo nella seconda mini partita contro il Locri. Sfida due, con i coriglianesi più pimpanti rispetto al primo incontro. Reggini che ci provano prima con Carbone e poi con Lanza ma Caruso è lesto nel respingere. Corigliano che si fa vedere con Covelli in due occasioni e Locri con Puntorieri. Amaranto che trovano la via del gol nel finale, al 43’, con Tripodi abile nell’indovinare il corridoio vincente. Risultato conclusivo di 1 a 0 per i padroni di casa. Nell'ultima e terza disputa derby tutto reggino tra Locri e Bocale. Duello maschio e vibrante e dalle diverse occasioni da entrambe le parti. Apre il Bocale con le avanzate pericolose di Secondi e Guerrisi che falliscono ghiotte occasioni. Il Locri non è da meno con Puntorieri di testa e Iervasi di piede.  E ancora Secondi per i biancorossi e Siano per gli amaranto. Carbone,però, poco dopo impegna il portiere Leonardi che in tuffo respinge. Quindi Laurendi di testa per il Bocale. Nel finale risolve la contesa lo stesso Carbone su incursione, al 45’, regalando l'ennesima soddisfazione e titolo al club locrese. A margine della manifestazione, premiazioni per tutte le società e squadre. Alla presenza della delegazione Figc – Lnd calabrese capitanata dal presidente Mirarchi svolte le assegnazioni di titoli e trofei per la stagione appena conclusa. Omaggiato il comune di Locri, gli arbitri della supercoppa, tutti con targa ricordo, e tutte le compagini in campo tra foto di rito e scambi di auguri tra le parti. Festa grande ovviamente per i padroni di casa autori di una cavalcata incredibile. Per il Corigliano, dopo un torneo vinto a suon di vittorie e le ultime fatiche in campo, è tempo del romperete le righe e meritate vacanze anche se la società è già al lavoro per la prossima avvincente stagione. Piazza e tifosi biancoazzurri che, sull'onda dell'entusiasmo, sognano già una nuova stagione avvincente in Eccellenza. Citazione meritevole per la tifoseria organizzata degli “Skizzati-Group”, giunti con una cinquantina di unità a sostegno della squadra, che nelle due gare hanno costantemente sorretto i propri beniamini con diversi cori e inni colorando con sciarpate e bandiere il proprio settore.  Società che con ottimismo guarda alla prossima stagione volendo fare tesoro delle vittorie in campionato ma anche di questi insuccessi per migliorarsi nel progetto con crescita e nuovi ambizioni. 

Leggi tutto...

Occhi puntati sulla Supercoppa.A Locri in programma triangolare tra locresi, Corigliano e Bocale.Tifosi jonici al seguito

Come da tradizione, va in scena domani pomeriggio a Locri il triangolare che assegnerà la Supercoppa 2017- 2018 del comitato regionale Figc- Lnd. Manifestazione giunta alla XXII edizione dove a sfidarsi, oltre ai padroni di casa del Locri, neo promossi in Serie D, ci saranno anche il Bocale e il Corigliano, team che si sono aggiudicati il primo posto (con annesso salto in Eccellenza) nei rispettivi gironi A e B di Promozione calabrese. Il programma prevede la prima sfida proprio tra le vincenti dei due raggruppamenti di Promozione, per cui alle ore 15 scenderanno in campo Corigliano e Bocale. La perdente affronterà subito il Locri, alle 16, mentre la vincente della prima gara giocherà il terzo match ancora contro la compagine locrese alle ore 17. Ogni gara verrà disputata su un solo tempo da 45 minuti, si assegneranno 3 punti per la vittoria e 1 punto per il pareggio. In caso di parità, ci saranno direttamente anche i calci di rigore, che daranno mezzo punto in più in classifica a chi ne uscirà vincente.

La comitiva coriglianese è partita già in giornata per raggiungere Roccella Jonica, sede del ritiro, mentre domani nel primo pomeriggio partirà alla volta di Locri. Tutti a disposizione nell'organico biancoazzurro anche se Accardo non ci sarà, causa un problema ad un ginocchio per cui sarà necessaria la terapia nelle prossime settimane, mentre da valutare le condizioni di Catapano, fermo a causa dell'influenza, così come Piemontese, per via di un risentimento, e il portiere under Caruso alle prese con un infiammazione ad una spalla. Per il resto tutti abili e arruolabili e da gestire nel corso dei due mini match da disputare. Sempre domani mattina, al sabato, partirà alla volta di Locri anche il pullman organizzato dagli ultras del gruppo "Skizzati" che, dopo un annata vincente e entusiasmante, vorrà sostenere anche nell'ultima tappa stagionale, dagli spalti del comunale locrese, i propri beniamini al fine di agguantare l'ennesimo traguardo. Previsti una sessantina di unità al seguito o giù di lì. Curiosità Locri e Corigliano si sono affrontate, nella stagione 2015- 2016 come rispettive vincitrici dei due gironi di Promozione, nella supercoppa giocata a Sersale e vinta dai catanzaresi. Lo scorso anno vinse il titolo l'Isola Capo Rizzuto e l'ultima volta che una formazione di Promozione conquistò il trofeo della supercoppa era la stagione 2007- 2008 andato alla Palmese.          

«Andiamo a giocarci questa Supercoppa consapevoli che possiamo fare bene al cospetto di due grandi avversari come Bocale e Locri – ha riferito in giornata il presidente Mauro Nucaro -. Ho chiesto allo staff e ai giocatori di restare concentrati fino a domani sera, poiché ci teniamo a fare bella figura e giocarci ogni chance per portare a casa la coppa. Siamo altresì soddisfatti della bella stagione che abbiamo disputato, così come siamo orgogliosi – ha chiuso Nucaro – di essere presenti a Locri per giocarci le nostre carte in questa prestigiosa competizione». 

 

Prossima Gara:

  • Data: -
  • Luogo: Comunale Locri
  • Avversari: Locri e Bocale
Leggi tutto...

Vorace Corigliano vince anche a Cassano.Nell’ultima di Promozione i biancoazzurri centrano la 27esima vittoria stagionale.In gol Leta e Catapano

Un Corigliano con l’Eccellenza già conquista e senza pensieri, batte, nell’ultima e trentesima del girone A di Promozione, anche il Cassano Sybaris a domicilio per 2 a 0 chiudendo al meglio la propria cavalcata. La squadra di mister Andreoli, infatti, giunge al traguardo con 83 punti all’attivo frutto di 27 successi, di cui 18 consecutivi, 2 pareggi e 1 sola sconfitta per un totale di 89 gol segnati e 24 subiti. Altresi si conferma come miglior attacco e seconda miglior difesa con una differenza reti di 65 e una media inglese da quota 23. A tutto ciò bisogna aggiungere il titolo di capocannoniere del raggruppamento andato a Covelli con all’attivo 22 realizzazioni. Una stagione da record per il Corigliano, dei co- presidenti Nucaro e Olivieri, mai domo e con le mire adesso rivolte alla supercoppa regionale di sabato prossimo. A tal proposito si aspetta di capire solo dove si giocherà, se a Locri o Roccella, con la Figc- Lnd calabrese che dovrebbe ufficializzare data e campo a breve. Tornando al match del “Pietro Toscano”, con il Cassano S. già salvo matematicamente da una settima, la gara si è giocata in un clima disteso e all’insegna dei buoni rapporti tra le due società. Particolare e lodevole, l’iniziativa promossa dal club cassanese in sinergia con la dirigenza coriglianese, svoltasi nel pre- gara con tanto di cerimonia ufficiale a favore dei bimbi vittime di tutte le guerre del mondo e in particolare, in questo frangente storico, dei bimbi della Siria. “Every Child Is My Child” il tema della manifestazione, con le squadre entrate in campo con i bimbi del settore giovanile cassanese e con tanto di bandiere e loghi dei due team a centrocampo accompagnati da musica a tema. Inoltre,un momento di ricordo, prima del calcio d’inizio è stato rivolto anche al compianto e mai dimenticato giocatore del Cassano Salvatore Greco. Passando alla sfida in campo, ampio turnover per il Corigliano e con mister Andreoli che schiera tanti giocatori che non hanno trovato tanto spazio durante l’arco del torneo. Per la cronaca, dopo i primi 20 minuti di fraseggio e giocate in scioltezza, il Corigliano passa al primo vero affondo con Leta che mette la palla sotto la traversa con una conclusione dall’area grande.  Al 32’, incursione di Calomino in area che viene messo giù: per il direttore di gara è rigore e dal dischetto trasforma l’under coriglianese Catapano, alla sua prima marcatura stagionale. Il buon Calomino, però, al 36’ entra in area e su pallonetto si vede deviare la traiettoria sulla traversa con la sfera che finisce in angolo. Al 42’ sussulto dei padroni di casa col sempre dinamico Lombardi che, pescato con un lancio da dietro, tira nello specchio della porta ma l’estremo ospite Marino con una mano respinge in angolo. Nella ripresa, al 1’ Leta ancora pericoloso. Al 26’ st ci riprova il Cassano con De Leo prima e il neo entrato Perciaccante poco dopo ma la difesa biancazzurra è attenta. Al 33’ Covelli ha l’opportunità di triplicare i conti ma il portiere dei locali De Marco sventa la minaccia. Un minuto dopo è ancora Marino a negare la gioia del gol su bordata di Caruso. Covelli, intanto, si vede annullare anche una rete dubbia. Al 43’ st ancora Cassano ma la palla si spegne sul fondo. In chiusura, un ispirato Leta tenta per l’ennesima volta la via del gol così come il neo entrato Concialdi ma senza effetti sperati.  Finisce 2 a 0 per il Corigliano omaggiato nella festa a bordo in campo anche con tanto di targa ricordo. Festeggiamenti proseguiti al ritorno a Corigliano, in piazzetta Portofino nel borgo di Schiavonea, con tutta la dirigenza e squadra. Frizzi e lazzi con annesso rinfreschi continuati unitamente al Marina di Schiavonea, presente in piazza per festeggiare anche il salto di categoria in Promozione. Il patron dei marinaretti Nicola Celi per l’occasione ha premiato sia il Corigliano che la tifoseria organizzata degli “Skizzati- Group” nonché tante glorie del calcio locale. Tifosi biancoazzzurri presenti anche a Cassano e che non faranno mancare il proprio calore anche nella supercoppa di sabato prossimo 5 maggio.               

Prossima Gara:

  • Data: -
  • Luogo: Stadio Comunale
  • Avversari: Locri e Bocale
Leggi tutto...

A Cassano con l'Eccellenza in tasca.Passerella finale per i neopromossi biancoazzurri, attesi dai tifosi in festa

Il campionato del Corigliano si chiude domenica a Cassano. I biancoazzurri di mister Andreoli, ormai virtualmente “in vacanza” dopo il successo sul Sambiase che - grazie al pari nel derby rossanese - ha consegnato il salto in Eccellenza a Tricarico e company, si congederanno dai propri tifosi sul terreno da gioco cassanese, proprio laddove, in questo girone di ritorno, è passata anche la rimonta sull’Olympic, visto che la sfida al vertice – vinta dal team coriglianese – s’è giocata proprio a Cassano a causa dell’indisponibilità dello stadio cittadino di Corigliano. Con i padroni di casa ormai salvi, la sfida di domenica si preannuncia come una bella giornata di sport in cui omaggiare i due team, che chiudono l’anno calcistico soddisfatti dei propri obiettivi raggiunti. Arbitrerà Gabriele Tundo di Paolo, coadiuvato da Fiorentino di Soverato e Gaetano di Lamezia Terme.

 

CASA BIANCOAZZURRA

In un clima ormai sereno e disteso, il Corigliano s’è allenato in settimana con l’euforia di chi, ormai, ha raggiunto il proprio scopo in stagione. Mister Andreoli sta tenendo tutti in riga per la Supercoppa (che si giocherà sabato 5 maggio a Roccella Jonica), ma è naturale che tra i giocatori biancoazzurri ci sia maggiore spensieratezza rispetto a qualche domenica fa. Giovedì, intanto, s’è svolta l’amichevole casalinga con il Cosenza, mentre oggi c’è stata la classica rifinitura. A Cassano l’obiettivo è centrare la diciottesima vittoria consecutiva, così da chiudere l’anno in bellezza.

 

L’AVVERSARIO

Il Cassano di mister Mingrone, grazie alla vittoria di domenica scorsa in casa del Roggiano, s’è praticamente messo in tasca la salvezza matematica restando a +14 dal San Fili penultimo. I cassanesi sono quindi “in vacanza” al pari dei colleghi coriglianesi ormai da lunedì, anche se c’è da scommetterci che, contro il neo promosso team di mister Andreoli, i sibariti daranno il massimo per fare bella figura e interrompere la striscia vincente del Corigliano, congedandosi quindi con un bella ciliegina sulla torta dai propri tifosi.

 

PAROLA A MISTER ANGELO ANDREOLI

«E’ stato un piacere per noi ospitare giovedì il Cosenza – ha esordito il tecnico biancoazzurro, volgendo lo sguardo all’amichevole “di lusso” con i rossoblù – l’avevamo programmata da tempo ed è stata l’occasione per sugellare ancor più l’obiettivo raggiunto domenica scorsa, così come ci ha tenuto a fare anche la società. Ora testa al Cassano, perché vogliamo chiudere allungando la striscia di vittorie consecutive e poi ovviamente penseremo alla Supercoppa, cercando di regalare a società e tifosi un’ennesima soddisfazione. Il mio futuro? Ne parlerò con i dirigenti quando termineranno le gare ufficiali – ha affermato Andreoli – ma penso che ci siano i presupposti per guardare avanti con grande entusiasmo e iniziare a pensare su come muoversi».

 

EVERY CHILD IS MY CHILD

Dalla nota del club cassanese in merito all’iniziativa prevista dopodomani: «Bambini innocenti a cui spesso è negato il diritto alla vita, alla gioia, al gioco che non sapranno mai cosa significa tranquillità. Sono nati e cresciuti nella paura. Hanno imparato da piccolissimi a nascondersi: quando altri giocavano a nascondino per divertimento e con un pegno da pagare, loro si nascondevano alla morte, unico pegno, di sangue e definitivo. Per questo entrambe le società vorranno testimoniare la loro solidarietà e vicinanza a tutti i bambini vittime delle guerre, ovunque esse si combattano. Non importa il motivo dei contrasti, non importa la posizione geografica, non importa chi ha ragione o chi ha torto. Se le vittime sono bambini, innocentemente sacrificati, non si può accettare passivamente l'indifferenza solo perché lontani da noi o non direttamente interessati. Entrambi i club hanno inteso promuovere un momento di riflessione per ripudiare la guerra, a cui parteciperanno tutti i bambini del Settore Giovanile Cassano Sybaris, tutti gli atleti, dirigenti e sportivi. E' necessario spogliarsi dall'aspetto calcistico - sportivo e indossare i panni del "buon padre" perchè Every Child Is My Child(ogni bambino è mio figlio)».

 

IL CORIGLIANO TRA TV, SOCIAL E NUOVO SITO WEB

Anche la sfida tra Cassano Sybaris e Corigliano sarà ripresa integralmente e riproposta su RTT (canali digitali 115 e 293) il martedì alle ore 17 e su MEDIASUD (canali digitali 876 e 292) martedì alle ore 22:30 e mercoledì alle ore 16. Sintesi e highlights delle gare dei biancoazzurri saranno fruibili anche sul canale Youtube “Calcio Corigliano” e sulla pagina Facebook ufficiale del club “ASD Corigliano Calabro Calcio” dove tra l’altro, come ogni domenica, sarà possibile seguire la sfida con aggiornamenti in tempo reale, foto e tanti altri particolari dal comunale “Pietro Toscano” di Cassano Jonio. News, risultati, classifica, immagini e tanto altro sono sempre aggiornati sul nuovo sito ufficiale www.calciocorigliano.it

Prossima Gara:

  • Data: -
  • Luogo: Comunale "Pietro Toscano"
  • Avversario: Cassano Sybaris
Leggi tutto...

Contro il Cosenza Corigliano bello per un tempo.Per i biancoazzurri ottima sgambata contro la squadra di mister Braglia.Domenica si chiude a Cassano prima della Supercoppa

Allenamento congiunto di tutto rispetto, quest’oggi allo stadio “Città di Corigliano”, tra i padroni di casa, freschi di promozione in Eccellenza, e il Cosenza ancora in piena lotta per un posto nei play- off in serie C. Test probante per entrambe le squadre e prima parte di gioco frizzante con botta e risposta da una parte e dall’altra. Entrambi i tecnici hanno potuto provare uomini e schemi facendo ruotare tutti gli effettivi a disposizione. Da sottolineare che nei test infrasettimanali di questa annata, il Corigliano ha giocato più volte, sempre fuori casa, sia contro gli Allievi, la Berretti nonché in un paio di casi proprio contro la prima squadra dei rossoblù. Tornando alla gara odierna, invece, se nella prima parte la sfida si è conclusa sul 2 a 2, nella ripresa i bruzi si sono imposti per 6 a 2. Per i coriglianesi doppietta di Leta e per i cosentini gol di Perez, Loviso, Dermaku, D’orazio e doppietta di Okereke. Cosenza apparso in buona condizione in vista della sfida esterna contro la Virtus Francavilla. Una sparuta cornice di pubblico anche sugli spalti per uno spettacolo più che dignitoso. Per il Corigliano viatico senza dubbio ottimale in vista dell’ultima giornata di campionato a Cassano. Domenica prossima, Tricarico e compagni vorranno chiudere al meglio il torneo restando imbattuti dopo diciassette successi consecutivi. Di certo non ci sarà Accardo, ancora fermo per un problema ad un ginocchio, mentre dovrebbero essere a disposizione tutti gli altri componenti della rosa. Mister Andreoli ha confermato che darà spazio a chi ha giocato di meno nel corso di questo campionato. Cassano e Corigliano che, inoltre, nella prossima gara vorranno testimoniare tutta la loro solidarietà e vicinanza ai bambini vittime delle guerre ad iniziare dai bimbi della Siria e senza dimenticare tutte le altre giovani vittime delle ostilità nel mondo. Titolo dell’iniziativa promossa “Every Child Is My Child”. E dopo la disputa del “Pietro Toscano” le attenzioni dei biancoazzurri si sposteranno sulla supercoppa regionale che si dovrebbe giocare a Roccella. Con la formula dei quarantacinque minuti, si giocheranno tre mini match contro Locri, vincitrice del torneo d’Eccellenza, e il Bocale che si è aggiudicato il girone B di Promozione. Lo stesso tecnico Andreoli conferma:«Vorremo giocare con la giusta intensità sia l’ultima di campionato che la supercoppa per regalare alla società, a noi stessi e ai tifosi l’ennesima soddisfazione di una stagione straordinaria». Frattanto, dopo i festeggiamenti a caldo di domenica scorsa, la festa in casa biancazzurra proseguirà anche domenica prossima con tanto di sfilata. Per il tardo pomeriggio di martedì primo maggio, invece, la festa sarà in piazza Salotto allo scalo coriglianese tra tifosi e squadra per un ennesimo momento di celebrazione prima di pensare al futuro. Avvenire su cui dopo le dovute feste, si inizierà a lavorare a breve con maggiore attenzione per programmare nelle fattispecie la nuova rosa tra riconfermati e nuovi obbiettivi di mercato. E mentre “Skizzati- Group” e tifoseria già sognano per il prossimo anno, oltre ad organizzarsi per i festeggiamenti dovuti, saranno presenti festanti anche a Cassano e per la Supercoppa.  

Prossima Gara:

  • Data: -
  • Luogo: Stadio "P. Toscano"
  • Avversario: Cassano Sybaris
Leggi tutto...

Corigliano omaggiato dal Cosenza.Per gli jonici giovedì test interno con la squadra di mister Braglia. Domenica a Cassano all’insegna della solidarietà

Dopo il successo sul Sambiase, di domenica scorsa, e i festeggiamenti per l’avvenuto salto di categoria in Eccellenza, il Corigliano torna in campo. In vista dell’ultima di campionato, domenica prossima a Cassano, per la squadra di mister Andreoli allenamento congiunto del giovedì più che lussuoso. Allo stadio “Città di Corigliano”, infatti, arriva il Cosenza di mister Braglia impegnato nel rush finale, di serie C, e sempre a caccia di un posto nei play- off. Sarà, oltretutto, un’occasione per tributare al meglio la promozione dei biancazzurri che contro la prima squadra del Cosenza quest’anno ha giocato già in un paio di occasione sempre di giovedì ma in terra bruzia. Da evidenziare che nelle sgambate infrasettimanali, sempre in trasferta, il Corigliano ha svolto allenamenti anche con gli Allievi e la Berretti della società cosentina. Allenamento di domani pomeriggio, contro il Cosenza, aperto al pubblico che potrà ammirare una sfida di tutto rispetto dalle gradinate. Per il tecnico Andreoli, dopo tre meritati giorni di riposo a tutta la rosa, sarà il momento di tornare a lavorare per iniziare a preparare l’ultima gara contro il Cassano Sybaris. Passerella finale del “Pietro Toscano” dove Tricarico e compagni vorranno ben figurare per chiudere al meglio un torneo che li ha visti protagonisti e per rimpolpare le diciassette vittorie consecutive inanellate. Da capire chi del gruppo potrà recuperare e con il difensore Accardo già fermo, da una settimana, per un problema al ginocchio. Da valutare anche Piemontese, uscito col Sambiase alla fine del primo tempo, e l’under De Marco, uscito anch’egli dopo l’eurogol segnato per guai fisici nel corso della ripresa. Per il resto dovrebbero essere tutti arruolabili sia per il test col Cosenza che contro il Cassano. Di certo, mister Andreoli darà spazio a chi ha giocato di meno nel corso della stagione ad iniziare dall’esperto Piazza tra i pali per poi passare ai tanti under. E proprio a ragazzi e bimbi meno fortunati è legata un’iniziativa che caratterizzerà il prossimo impegno di campionato tra Cassano S. e Corigliano. “Bambini innocenti- si legge nella nota -  a cui spesso è negato il diritto alla vita, alla gioia, al gioco che non sapranno mai cosa significa tranquillità; sono nati e cresciuti nella paura. Hanno imparato da piccolissimi a nascondersi: quando altri giocavano a nascondino per divertimento e con un pegno da pagare, loro si nascondevano alla morte, unico pegno, di sangue e definitivo. Per questo entrambe le società vorranno testimoniare la loro solidarietà e vicinanza a tutti i bambini vittime delle guerre, ovunque esse si combattano. Non importa il motivo dei contrasti, non importa la posizione geografica, non importa chi ha ragione o chi ha torto. E se le vittime sono bambini, innocentemente sacrificati, non si può accettare passivamente l'indifferenza solo perché lontani da noi o non direttamente interessati. Entrambi i club hanno inteso promuovere un momento di riflessione per ripudiare la guerra, a cui parteciperanno tutti i bambini del Settore Giovanile Cassano Sybaris, tutti gli atleti, dirigenti e sportivi. E' necessario spogliarsi dall'aspetto calcistico/sportivo e indossare i panni del "buon padre" perchè Every Child Is My Child (ogni bambino è mio figlio)”. Appuntamento, dove non mancherà anche la tifoseria guidata dagli "Skizzati-Group" sempre al fianco dei propri beniamini in una stagione fantastica. Dopo, Cassano ci sarà, invece, da preparare la super Coppa tra Locri, vincitrice dell’Eccellenza, e Bocale che si è aggiudicato il gir. B di Promozione. Da capire data e luogo anche di questo ultimo evento stagionale, con la formula del triangolare, che sarà reso noto a breve dal comitato Figc- Lnd di Catanzaro e a cui il Corigliano punterà come ciliegina sulla torta.           

Prossima Gara:

  • Data: -
  • Luogo: Stadio "P. Toscano"
  • Avversario: Cassano Sybaris
Leggi tutto...

Il Corigliano è in Eccellenza.Con il trionfo sul Sambiase e il segno ics dell’Olympic, per i biancazzurri arriva la matematica promozione

Sono le 18:17 del 22 aprile 2018 quando l’Asd  Corigliano Calabro Calcio, dopo un anno di assenza, festeggia il ritorno in Eccellenza. Battendo il Sambiase per 5 a 2 e grazie al contemporaneo pareggio dell’O. Rossanese nel derby contro l’Asd Rossanese, sul neutro di Mirto, la squadra di mister Andreoli ottiene i favori della matematica per spiccare il volo nel massimo campionato regionale dilettantistico. Successo numero 17 consecutivo, dei 26 generali, per i biancoazzurri che si impongono anche sull’avversario sambiasino alla vigilia temuto per la sua consistenza dimostrato nell’arco della competizione. E invece la formazione del tecnico Fanello regge bene solo un tempo con i coriglianesi abili nel tenersi sempre in vantaggio e dilagare e amministrare nella ripresa. Alla penultima curva del campionato, Tricarico e compagni non sbagliano l’appuntamento e davanti ad un ottima cornice di pubblico festeggiano all’unisono la meritata scalata. Numeri e statistiche da capogiro per gli jonici che dopo il mancato ripescaggio della scorsa estate in Eccellenza, con qualche strascico, seppur in ritardo si rilanciano, costruendo un forte organico, per una nuova entusiasmante annata. I co- presidenti Nucaro e Olivieri e il vice Rinaldi mettono su un roster robusto a capo di mister Andreoli che dopo una qualche passo falso iniziale e una lunga rincorsa riescono ad avere ragione, nello scontro diretto del ritorno, della diretta avversaria O. Rossanese: effettuando il definitivo sorpasso una settimana dopo, allorquando i bizantini, cadono proprio a Sambiase. Onore al Corigliano ma anche alla stessa Olympic per un duello attraente che solo il prossimo play- off dei rossanesi dirà se si ripeterà anche la prossima stagione in Eccellenza. Per la cronaca, dopo una falsa partenza il direttore di gara Gervasi di Cosenza deve far ripetere il calcio di inizio per far disputare in piena contemporaneità le due sfide: quella a Corigliano e quella di Mirto. Ribattuta la palla al centro, Concialdi è subito pungente per il Corigliano con una conclusione. Poco dopo il funambolico palermitano si ripete ma è rimpallato dalla difesa ospite. Al 12’ trama veloce con Concialdi che serve la corrente Foderaro abile nel mettere al centro dove Varriale, sotto misura, becca il palo. L’azione non è finita perché De Marco ci prova con un tiro a giro finito sul fondo. Al 21’ Varriale serve un assist al bacio per lo stesso under De Marco che, in versione Djorkaeff, disegna un eurogol in rovesciata da cineteca facendo saltare in piedi gli spettatori presenti. Un minuto dopo, il Sambiase si fa vedere con Umbaca  ma senza sortite. Al 24’, però, i sambiasini conquistano un calcio di rigore per atterramento di Bernardi, da parte di Varriale, che lo stesso numero sette giallorosso trasforma. Al 32’, invece, Piemontese è tirato giù in area e l’arbitro assegna la massima punizione ai padroni di casa che Foderaro realizza. Prima dell’intervallo, Varriale prova ancora la via del gol ma l’estremo difensore Cerra ribatte con i piedi. Nella ripresa, Sambiase in avanti prima con Umbaca e poco dopo ancora con il duo Umbaca- Bernardi ben sorvegliato dalla difesa dei locali. Al 22’ st c’è giusta gloria per il capocannoniere del girone A di Promozione, Francesco Covelli, entrato ad inizio secondo tempo al posto di bomber Piemontese, che mette in rete la terza marcatura andando a festeggiare sotto il settore “Paolo Pagnotta” con gli ultrà Skizzati- Group. Passano due minuti e Concialdi conclude di poco fuori. Al 27’, però, il “Papu” Concialdi non perdano, gonfiando la rete per il quarto gol dei coriglianesi. Al minuto 34’ Covelli mai domo trova spazio e tempo per concretizzare anche la quinta rete. Prima della chiusura altra sfuriata offensiva targata Concialdi, di poco alta mentre il Sambiase accorcia le distanze con Veascio. Al triplice fischio il punteggio si cristallizza sul 5 a 2 finale e alla notizia del segno ics maturato a Mirto, la lunga festa in casa Corigliano può avere inizio tra giocatori, dirigenti, tifosi e addetti ai lavori biancazzurri. Dovuti festeggiamenti che si protrarranno ancora per qualche giorno e settimana prima di pensare al futuro. C’è, infatti, da onorare l’ultima di campionato a Cassano e quindi la Supercoppa, tra la vincente d’Eccellenza Locri, il Corigliano e la vincitrice del torneo di Promozione girone B Bocale. (Foto Giacinto De Pasquale)              

 

Tabellino Gara:

Corigliano 5

Sambiase 2

CORIGLIANO: Caruso, Martinez , Catapano  (38’st Viteritti ), Tricarico, Itri, Rinaldi, Foderaro (38’st Barilari), De Marco (dal 20’st Tempesta), Piemontese (1’st Covelli), Concialdi, Varriale (25’st Leta). All. Andreoli.

Sambiase: Cerra, Morelli ( 12’st Serra), Cefalá (20’ Piluso), Diop, Condito, Grande (28’st Piacente), Bernardi , Liparota (15’st Vescio), Perri, Umbaca, Ferraro. All. Fanello.

Marcatori: 20’pt De Marco (C), 24’pt rig. Bernardi (S), 34’pt rig. Foderaro (C), 22’st Covelli (C), 27’ Concialdi (C), 34’st Covelli (C), 43’st’ Vescio (S).

Arbitro: Gervasi di Cosenza.Assistenti De Bartolo e Pellico di Cosenza. Ammoniti: Catapano, Concialdi e Covelli (C);Morelli, Diop (S). Recupero: 0 pt e 5’ st. Spettatori 1000 circa di cui una 50 ospiti. Terreno in buone condizioni, giornata calda e soleggiata.   

 

 

Prossima Gara:

  • Data: -
  • Luogo: Stadio "P. Toscano"
  • Avversario: Cassano Sybaris
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log in